Si facevano sorprendere fra di loro a conversare
Mattia Fabbri

Mattia Fabbri in Si facevano sorprendere fra di loro a conversare, dopo avere osservato schemi e stereotipi compositivi delle fotografie che riprendono operai al lavoro, sceglie quella dove maggiore è l’immobilità dei gesti. Scompone l’immagine in frammenti quasi volesse compiere un viaggio all’interno della fotografia d’archivio, e accostando questi elementi visuali a frammenti testuali ricavati dalle note disciplinari compone una nuova visione, i suoi frammenti ci portano ad osservare particolari nascosti che conducono la visione ad una  particolare attenzione. Mattia indaga, in questa ricerca, anche la potenzialità evocativa del medium; un viaggio dentro il mondo e i volti del lavoro, che certo tiene conto del viaggio dentro le mura di Modena che Franco Vaccari compie nel 1970 stampando e ingrandendo una lastra dello Studio Orlandini, o del Viaggio in Italia di Joachim Schmid che frammenta fotografie souvenir.

Comunità del lavoro
Alessandro Truffa